Comuni > Cammarata > Riserva Naturale Orientata Monte Cammarata

Riserva Naturale Orientata “Monte Cammarata"

La Riserva Naturale Orientata “Monte Cammarata", dal nome della vetta più alta dei Monti Sicani e istituita nell'aprile 2000, tutela una delle zone boschive più belle dell'entroterra montano agrigentino. Essa copre una superficie totale di 2.049.37 ettari e si estende in un area compresa fra i comuni di Cammarata, S.Giovanni Gemini e S.Stefano Quisquina.Oltre le numerose pinete ,nel territorio della riserva è possibile notare l'Acero, il pino d'Aleppo, il Cedro, il  Leccio e la Roverella; mentre nel sottobosco sono presenti oltre 50 specie di funghi.
Nelle pareti rocciose nidificano la poiana, il gheppio e il corvo imperiale, mentre a quote più basse, la coturnice, la calandra e l'allodola. Di notte la riserva si popola di assioli, barbagianni e civette.Fra i mammiferi sono presenti volpi, lepri, conigli selvatici, donnole e ricci. All'interno della riserva, immerse fra fitti boschi, due grandi aree attrezzate (Savochello e Buonanotte), con tavoli in pietra, fontane, punti cottura a legna e servizi igienici. Queste due aree possono accogliere complessivamente 500 visitatori.

Cammarata

distanza da Agrigento km 52; abitanti 6.374 ; altitudine m.682

Il paese si estende su una rupe dominante la valle del fiume Platani, a nord-est del monte Cammarata: la vetta più alta dei Monti Sicani (m.1578) e ricoperta di fitti boschi. Di probabile origine araba, il centro storico di Cammarata si sviluppò dal periodo normanno in poi, come testimoniano i resti di un Castello e alcune pregevoli Chiese. Le prime notizie storiche, infatti, riprendono la cessione del borgo “Camerata” da parte del conte normanno Ruggero d’Altavilla ad una parente dal nome Lucia. Dal periodo normanno a seguire, proprio per la vastità e la ricchezza del suo territorio, fu spesso ambita e dominata da diverse nobili famiglie.
Sul versante orientale del monte, si erge il convento di S.Maria di Gesù, fondato nei primi decenni del 1400, con annessa la Chiesa dedicata alla Madonna di Cacciapensieri, la cui venerata immagine viene condotta in solenne processione il 15 agosto. Insieme a S.Giovanni Gemini e a S.Stefano Quisquina, costituisce una delle principali porte di accesso alla Riserva Naturale Orientata “Monte Cammarata” : un vero paradiso per chi ama la montagna. Il Presepe Vivente durante tutto l’arco delle festività natalizie, allocato nel caratteristico quartiere di San Vito, costituisce la maggiore festa tradizionale del luogo.

Cosa vedere : R.N.O. Monte Cammarata; Centro storico: Castello, quartiere di S. Vito, Chiesa dell'Annunziata, Chiesa Madre.
Cosa gustare: pane casereccio, funghi, carni, ricotta e i rinomati Formaggi dei Monti Sicani.
Prenota Online il tuo Albergo
WebTV
Farm Cultural Park