Comuni > Aragona > Riserva Naturale delle Macalube

Riserva Naturale delle "Macalube"

Presso la Riserva Naturale delle “Macalube” (dall’arabo maqlùb = riflusso), gestita da Legambiente, si può assistere al rarissimo fenomeno costituito da centinaia di vulcanelli di fango freddi, alti da pochi centimetri a un metro, da cui ribolle e fuoriesce una miscela di fango salmastro e gas metano.
Sparsi su un’area collinare a tratti pianeggiante e dall’aspetto quanto mai singolare, questi vulcanelli erano già descritti dai viaggiatori stranieri nei secoli XVIII e XIX, che ne avevano riconosciuto l' importanza scientifica. L'area della riserva è facilmente raggiungibile e visitabile, ed è attuamlente interessata da un importante progetto teso a recuperare all’originario ecosistema naturale anche le zone limitrofe.

Aragona

distanza da Agrigento km 16; abitanti 9.840; altitudine mt. 400

La città sorge al centro di una zona di giacimenti solfiferi, oggi non più sfruttati, ma un tempo assai produttivi come la miniera Taccia Caci di proprietà della famiglia di Luigi Pirandello, cui lo scrittore s’ispirò per la celebre novella “Ciàula scopre la luna”. Fondata dal conte Baldassare III Naselli nel 1606, la città divenne ben presto un principato e i Naselli, che mantennero il possesso del paese fino all’800, fecero costruire l’imponente Palazzo Principe a suggello del loro prestigio. Nel centro storico diverse Chiese custodiscono alcune pregevoli opere d’arte.
A pochi chilometri a sud del paese, vi è La Riserva Naturale delle Macalube una delle riserve più interesanti al mondo, per alcuni rari fenomeni geologici di vulcanesimo sedimentario. Per quanto riguarda le feste e le sagre, La Festa di S. Vincenzo e Sagra della salsiccia, “u Ncontru “ della Pasqua e la Sagra del “Tagánu” costituiscono le maggiori manifestazioni di tradizione popolare del luogo.

Cosa vedere : La Riserva Naturale delle Macalube; Centro Storico (Palazzo Principe, Chiesa del Purgatorio, Chiesa del Rosario, Chiesa del Carmine, Chiesa Madre. Parco minerario: miniera di Taccia Caci).
Cosa gustare : cucina locale, la salsiccia, le m’briulate o mignolate (gustoso fagottino di pane, farcito con olive nere, cipolla e salsiccia), il taganu.
Prenota Online il tuo Albergo
WebTV
Farm Cultural Park