Comuni > Comitini > Petra di Calathansuderj

Petra di Calathansuderj

A 5 km dal paese, la Petra di Calathansuderj (toponimo di origine araba)è un ammasso roccioso isolato alto 30 metri. La presenza di tombe a forno e i ritrovamenti archeologici confermano l'esistenza di un villaggio preistorico, ma è nel periodo bizantino che nelle sue viscere si forma un fitto complesso di ambienti e gallerie ,su più livelli, che danno origine a una fortezza preposta al controllo del territorio e delle vie di comunicazione che lo attraversavano. Questa funzione venne mantenuta anche nel periodo arabo,poi normanno e fino al XIII secolo. L’Antiquarium, allestito all’interno del Palazzo Bellacera, raccoglie i reperti archeologici ritrovati nella zona.

Comitini

distanza da Agrigento Km 17; abitanti 955; altitudine 350

Comitini sorge in posizione panoramica su una collina, immerso in un territorio coltivato a ulivi, mandorli, agrumi e viti. Fondato nel 1627 dal barone Gastone Bellacera, si sviluppò in particolare nel sec. XIX,parallelamente allo sfruttamento delle miniere di zolfo presenti nel suo territorio ed oggi trasformate in parco minerario. Una di esse apparteneva alla famiglia di Luigi Pirandello, da cui il celebre letterato trasse ispirazione per i suoi scritti.
I giacimenti solfiferi della zona attrassero, fin dai tempi più remoti, diverse comunità, come testimoniano i ritrovamenti e gli insediamenti archeologici in località Petra di Calathansuderj. Sulla sommità del paese, attorno alla piazza Umberto I,dominano la Chiesa Madre e l’antica residenza baronale: il Palazzo Bellacera, all’interno del quale si trovano allestiti l’Antiquarium e il Museo delle miniere.

Cosa vedere : Palazzo Bellacera (Antiquarium, Museo delle miniere) Parco Minerario, Petra di Calathansuderj.
Cosa gustare : cucina locale, prodotti da forno, agrumi, uva.
Prenota Online il tuo Albergo
WebTV
Farm Cultural Park