Offerte turistiche - Natura

Se amate il contatto vitale con la natura, allora il territorio di Agrigento fa per voi. Qui troverete una incredibile varietà di occasioni per vivere affascinanti esplorazioni e itinerari. Riserve ed aree naturalistiche di Lago, Mare e Montagna sono pronte ad accogliere e soddisfare ogni vostra passione e curiosità. Bird watching, mountain bike, snorkeling, trekking, e tante altre possibilità vi aspettano per sperimentare una natura incontaminata, dalla ricca biodiversità e che presenta rari fenomeni geologici.

Cosa puoi vedere
:



All'estremità occidentale della Valle dei Templi, poco distante dal Tempio dei Dioscuri, si inserisce il giardino della Kolymbetra: enorme e antico invaso idrico di epoca greca recuperato e gestito dal FAI che ne ha fatto una oasi di ombra e frescura, ripristinando le piante originarie e le antiche coltivazioni della zona. Bene storico, naturalistico e paesaggistico di grandissimo rilievo, il giardino della Kolimbethra è una piccola valle situata nel cuore della Valle dei Templi di Agrigento, è stato affidato al FAI in concessione gratuita dalla Regione Sicilia per un periodo di 25 anni. Autentico gioiello archeologico e agricolo della Valle dei Templi, tornato alla luce dopo decenni di abbandono, è un giardino straordinario per la magnificenza della natura che qui trova la massima espressione della sua generosità e per la ricchezza dei reperti archeologici che ancora vengono alla luce
...................



La Riserva Naturale delle “Macalube”
(dall’arabo maqlùb = riflusso), è gestita da Legambiente.
Di particolare interesse naturalistico, questo sito è costituito da centinaia di vulcanelli di fango freddi, alti da pochi centimetri a un metro, da cui ribolle e fuoriesce una miscela di fango salmastro e gas metano. Sparsi su un’area collinare a tratti pianeggiante e dall’aspetto quanto mai singolare, i vulcanelli erano già descritti dai viaggiatori stranieri nei secoli XVIII e XIX, che ne avevano riconosciuto l' importanza scientifica. L'area della riserva si trova nei pressi di Aragona  ed è facilmente raggiungibile e visitabile. Questa, attualmente è interessata da un importante progetto teso a recuperare l’originario ecosistema naturale anche nelle zone limitrofe.
..................



La Riserva Naturale Orientata “Monte Cammarata", dal nome della vetta più alta dei Monti Sicani e istituita nell'aprile 2000, tutela una delle zone boschive più belle dell'entroterra montano agrigentino.
Cammarata infatti si estende su una rupe dominante la valle del fiume Platani . All'interno della riserva, immerse fra fitti boschi, due grandi aree attrezzate (Savochello e Buonanotte), con tavoli in pietra, fontane, punti cottura a legna e servizi igienici. La riserva comprende un'area di 2.049,37 ettari ricadente nel territorio dei comuni di Cammarata, San Giovanni Gemini e Santo Stefano Quisquina (provincia di Agrigento), in gran parte occupata da rilievi calcarei dell'era mesozoica.
................



Nel territorio di Burgio rientra la Riserva Naturale Monti di Palazzo Adriano e Valle del Sosio, in particolare la bassa valle del fiume Verdura ; questa splendida riserva – estesa complessivamente 5.862,07 ettari e affidata alla gestione dell’Azienda Regionale Foreste Demaniali – costituisce un prezioso elemento paesistico del sistema ad alta naturalità dei Monti Sicani. Grazie ad un’intensa opera di valorizzazione e tutela la Riserva è visitabile comodamente: sono stati infatti realizzati un centro visitatori, un centro di educazione ambientale, punti di accoglienza, aree attrezzate ed una fitta rete di sentieri pensati per ogni tipo di fruizione: una rete di circa 90 chilometri, 30 dei quali percorribili a piedi e gli altri in bici o a cavallo. Per una sosta comoda e gradevole l’Azienda Foreste ha messo a punto l’area attrezzata della “ Menta“, dotata di tavoli e sedili in pietra, punti in cui accendere fuochi, acqua e servizi.


....................


La Riserva Naturale Orientata della Foce fiume Platani comprende un lungo tratto di costa che va da Cattolica Eraclea a Ribera. La riserva è dominata da Capo Bianco, splendida falesia di marna calcarea a strapiombo sul mare. Qui, in particolare, si è in presenza di un prezioso insieme naturalistico - straordinariamente ricco di biodiversità - costituito da un sistema di dune costiere che si spinge profondamente verso l'entroterra, da una fascia a macchia mediterranea, e da un ampio e sinuoso sistema deltizio ricco di vegetazione palustre e riparale.
Lungo il fiume è presente la tipica flora delle aree marine sabbiose, caratterizzata da cespugli arborescenti di letisco e ciuffi di palma nana. Sulle dune della riserva crescono, fra l'altro,il giglio marino, la ginestra retama dai fiori bianchi e il finocchio di mare;nelle notti d'estate,vi viene a deporre le uova la tartaruga marina caretta caretta. La foce del fiume è luogo di sosta ideale per numerosi uccelli migratori:
si possono avvistare fenicotteri, aironi cinerini, avocette e cavalieri d'Italia.
...................


Il Laghetto Gorgo, oasi gestita dalla LIPU, è un importante luogo di sosta e di nidificazione per numerosi tipi d’uccelli: dai migratori, ai palmipedi, dai trampolieri, ai passeriformi come l’usignolo di fiume; vi si possono avvistare in qualunque periodo dell'anno cormorani, folaghe,svassi, aironi cinerini, fenicotteri, moriglioni e morette e, qualche volta, il raro airone rosso.
Lungo le sue rive è facile vedere la rara tartaruga palustre europea. L'oasi è meta di appassionati della natura soprattutto degli amanti di birdwatching.
Nei pressi di Montallegro, questa è una vera oasi dove poter assistere ai piccoli spettacoli della natura.
Prenota Online il tuo Albergo
WebTV
Farm Cultural Park