Comuni > Burgio > Chiese e monumenti di Burgio

Centro storico e altri siti monumentali

Il Castello (detto dei Peralta), costruito nel XII sec. ma di probabile origine araba, è uno dei maggiori esempi di architettura militare dell’entroterra agrigentino. Sorge su uno sperone roccioso sulla sommità del paese, con una massa compatta su cui si aprono un portale ogivale e una finestra ad arco acuto. Oltre ad essere impreziosito dalle antiche e tradizionali botteghe di ceramica e delle fonderie di campane, il centro storico di Burgio presenta diversi pregevoli monumenti, tra i quali la Chiesa Madre (Madrice), di fondazione normanna (sec.XII), che presenta sul lato sinistro, un portale quattrocentesco sormontato da una lunetta in cui si rappresenta la Madonna col Bambino fra due santi. Fra le varie opere custodite all'interno (sculture del Gagini e stucchi di Orazio Ferraro, artista proveniente dalla vicina Giuliana),un crocifisso ligneo del XIII secolo, proveniente dal Santuario di SS. Maria di Rifesi, e una icona bizantina della Vergine. Tale icona è stata protagonista,alcuni anni addietro,di una misteriosa sparizione e di un altrettanto misterioso ritrovamento. Di recente è stato restaurato il Convento dei Cappuccini con un intrigante Museo delle Mummie.


I ruderi del Castello Agristìa (detto anche Gristìa, Cristìa o dei Ventimiglia), situato in mezzo alla riserva Naturale Monti di Palazzo Adriano e Valle del Sosio, danno ancor oggi l'idea dell'importanza strategica che il fortilizio deve aver avuto nel XIV sec.,collegato otticamente con i castelli di tutto il territorio circostante. Sempre dentro l’area della riserva, si scorgono i resti suggestivi dell'Eremo di S. Adriano, larga parte ricoperti dalla vegetazione. Un altro pregevole sito monumentale di Burgio è il Santuario di Rifèsi, a 8 km a est dal paese: una rara costruzione in stile normanno del 1170; la chiesa presenta  sulla facciata un portale ogivale a doppia ghiera e tutt'intorno una serie di arcate cieche; all'interno, affreschi allo stato di studio,e,da agosto a ottobre, si può vedere esposto il SS.Crocifisso ligneo trecentesco per il quale i burgitani hanno una particolare devozione.

Burgio

distanza da Agrigento km 70; abitanti 2.964 ; altitudine m. 317

Borgo agricolo di origini medioevali, Burgio è giustamente rinomato per la secolare tradizione dell'artigianato della ceramica e delle campane di bronzo, è, infatti, sede dell'unica fonderia di campane in Sicilia. Il primo insediamento si formò attorno ad un castello durante l'occupazione araba, e ancora oggi mantiene, nel suo nucleo più antico, un' impianto tipicamente medievale. Anche se il Castello (detto dei Peralta) e la Chiesa Madre, di epoca normanna sono i monumenti più antichi del suo centro storico, altri siti monumentali di pregio, quali il Castello Agristìa, l' Eremo di S. Adriano e il Santuario di Rifèsi, si trovano immersi nella riserva naturale adiacente il paese; inoltre, il recente restauro del Convento dei Cappucini, ha consentito l’apertura di un intrigante Museo delle Mummie. Nel suo territorio rientra parte della Riserva Naturale Monti di Palazzo Adriano e Valle del Sosio. Le  celebrazioni solenni della Festa del SS. Crocifisso di Rifesi, della Pasqua e le Rigattiate, costituisco le più importanti feste di Burgio.

Cosa vedere : R.N. Monti di Palazzo Adriano e Valle del Sosio; Centro Storico e altri siti monumentali (Castello dei Peralta, Chiesa Madre, museo delle mummie; Castello Agristìa, Eremo di Sant’Adriano, Santuario di Rifesi, Artigianato locale.
Cosa gustare:
Prodotti da forno, pasticciera, taralli e tetù (biscotti tipici)
Prenota Online il tuo Albergo
WebTV
Farm Cultural Park