Comuni > Sambuca di Sicilia > Centro storico, monumenti e chiese di Sambuca

Centro storico, monumenti e chiese di Sambuca di Sicilia

Il centro storico di Sambuca, con i suoi caratteristici quartieri, edifici, e importanti istituzioni culturali, offre diverse attrazioni. I sette "vicoli saraceni", vicoli ciechi, viuzze strette e cortili, tutti diversi l'uno dall'altro, ricordano la necessità, tipica nelle città arabe, di contrastare il sole e la violenza del vento proveniente dal deserto. Qui si percepisce ancora l' atmosfera della Zabuth araba. Sulla sommità del colle, nell'area del castello, non più esistente, è stato ricavato un belvedere da cui si domina un magnifico panorama. Nella Chiesa di S.Calogero ha sede l'Istituzione Gianbecchina, dove vengono esposte permanentemente 40 delle 190 opere che il Maestro, considerato una delle migliori espressioni del novecento italiano, ha donato al suo paese natale.  L'ex monastero di S. Caterina oltre ad ospitare l'Antiquarium archeologico, è sede dell'originalissima "Mostra permanente delle Sculture Tessili" di Sylvie Clavel. Il Teatro Comunale, costruito nella metà dell'ottocento con classica forma a ferro di cavallo e cupola schiacciata, testimonia la vivacità culturale di Sambuca da allora fino ai nostri giorni.  La Chiesa del Carmine, d’impianto cinquecentesco, ospita la statua della Madonna dell’Udienza, opera in marmo del Gagini , cui è dedicata una sontuosa celebrazione.

Sambuca di Sicilia

distanza da Agrigento km 105; abitanti 6328; altitudine m.364

Sambuca di Sicilia sorge su un colle pianeggiante in prossimità della Riserva Naturale Orientata Monte Genuardo e Santa Maria del Bosco (a nord) e del Lago Arancio (a sud): due autentiche attrazioni per gli amanti della natura e della quiete. Sul monte Adranone, a nord del paese, si trova un sito archeologico di rilevante interesse, i cui reperti sono custoditi nell’ Antiquarium allestito nell’ ex-monastero di S. Caterina. Sebbene il sito archeologico riporta al VI sec. ac. i primi insediamenti, Sambuca di Sicilia sorse in età araba, fondata dall'emiro al-Zabuth che le diede il proprio nome (fino al 1920 il paese si chiamò “Sambuca Zabut”), e il tipico assetto urbano islamico. Il centro storico, ricco di caratteristici quartieri “saraceni” e pregevoli chiese ed edifici, è sede di importanti istituzioni culturali e museali. La Festa della Madonna dell'Udienza e La Sagra del frumento costituiscono le manifestazioni più tradizionali e caratteristiche del luogo.

Cosa vedere
: R.N.O. Monte Genuardo e S.Maria del Bosco, Lago Arancio; zona archeologica di Monte Adranone; Vicoli Saraceni, ex Monastero di Santa Caterina (Antiquarium, Mostra permanente delle sculture tessili di Sylvie Clavel), Chiesa di S. Calogero (Istituzione Gianbecchina), Chiesa del Carmine.
Cosa gustare: prodotti da forno e caseari, vini DOC.
Prenota Online il tuo Albergo
WebTV
Farm Cultural Park